Ultimo Urlo - non visibile
Gli urli sono visibili solo agli utenti autorizzati.
 

Parto prematuro

Dott. Saverio Flocco - specialista in ginecologia ed ostetricia - Dirigente medico c/o l'Unita' Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale S. Timoteo Termoli

Moderatore: floccosaverio

Regole del forum
AVVRTENZE
Tutte le informazioni e i pareri espressi nel presente Forum hanno valore puramente indicativo e non possono in alcun modo essere intesi come sostitutivi della diagnosi del medico curante.
L'autore delle risposte e gli amministratori del Forum non potranno essere in alcun modo ritenuti responsabili, per l'utilizzo di quanto descritto, senza consultare il proprio medico curante.
I pareri espressi non hanno valore terapeutico, clinico e diagnostico, ma vengono forniti a scopo puramente informativo.

E' vietato sollecitare le risposte.
Possono rispondere solo gli esperti.
Le risposte date da semplici utenti verranno subito cancellate dall'amministratore o dai moderatori senza preavviso.
Ogni domanda dovra' essere effettuata in un singolo Post.
E' vietato accodare domande a post esistenti; solo l'autore della domanda potra' chiedere ulteriori spiegazioni o fornire altri dati sempre inerenti alla domanda iniziale.
Ogni altro post verra' immediatamente cancellato.

Parto prematuro

Messaggioda Lulu il 18 nov 2008, 14:58

Buonasera,

ho perso il mio Christian alla 25 settimana di gestazione.
Mi chiamo Luisa ho 35 anni e sono napoletana.

Dopo otto anni di matrimonio scopro all’improvviso e con sorpresa di essere incinta

Ma nel mese di ottobre del 2006 ho avuto un aborto ritenuto alla 11 settimana

Sono di nuovo incinta dopo due mesi e il 28/05/07 ho un parto prematuro a 25 sett.

La mia gravidanza procedeva a gonfie vele, analisi nella norma, amniocentesi perfetta, ultimo controlli il 10/05/07 dove il ginecologo ha riscontrato una situazione perfetta ... dicendomi che il bimbo era anche piu grande della norma, infatti Christian alla nascita pesava 800 grammi un peso ottimo se correlato all’epoca gestazionale mi disse il neonatologo.

Il 28/05 in preda a dei dolori addominali tipo mestruale sempre + forti mi reco in ospedale dove mi dicono che il mio utero è svasato e raccorciato, dilatazione a 3 cm. nel giro di due ore avrei partorito.

E' stato cosi e nonostante le previsioni dei medici il mio angelo è nato ed ha pianto, ed è vissuto per 20 lunghi interminabili giorni in TIN per poi salire al cielo.... Io mi chiedo, anzi le chiedo perche puo essere accaduto tutto cio, al momento della nascita il liquido era tinto verde e maleodorante mi disse l'ostretica e che il bimbo avrebbe avuto piu possibilita di sopravvivere fuori che nel mio ventre.

Il mio ginecologo ( ex) mi disse che non riusciva a spiegarsi l'accaduto, anzi fosse stato per lui a dire il vero il piccolo lo avrei partorito in casa in quanto egli essendo solo privato e non lavorando in alcuna struttura ospedaliera ma sole in cliniche extra lusso mi ha esortata per cinque ore a rimanermene a casa dicendo che forse ero in preda ad una colica addominale e di bere solo tanta acqua., forse se mi fossi recata prima in ospedale le cose sarebbero andate diversamente... adesso tanti se e ma affollano la mia mente, ma tutto questo non servirà a ridarmi mio figlio, io adesso ho il terrore che l'episodio possa ripetersi ancora, di nuovo, è possibile?

Ho eseguito delle indagini relative alla trombofilia ereditaria prescrittemi dal ginecologo dell’ospedale dove ho partorito e tra i tanti è risultato: MTHFR : presenza mutazione C677T in omozigosi

Portai le analisi in visione al medico il quale visto l'esito mi disse che probabilmente questa era stata la causa del parto prematuro, e a quel punto mi disse anche che una isteroscopia era del tutto superflua.

L' omocisteina è tuttavia nella norma.

Per la prossima gravidanza che lui mi consigliava di ricercare da subito, avrei dovuto assumere acido folico che peraltro mi ha gia prescritto nella dose di 4 mg anzichè 400 mgc come assumevo gia, aspirina ed eparina, nonchè la previsione di un cerchiaggio nella giusta epoca gestazionale per prevenire un altro eventuale parto pretemine.

Morale della favola, dopo un anno due mesi esatti il laboratorio di analisi dove ho eseguito le indagini mi invia una raccomandata dove mi comunicano che a causa di un errore di interpretazione del risultato di laboratorio, io non sono affetta da alcuna mutazione (MTHFR OMOZIGOSI C677T)

Io sono sconvolta, uno per quanto accaduto, due perché se prima sapevo contro quale “nemico” combattere adesso sono di nuovo al punto di partenza, niente mutazione, terapia eseguita inutilmente, e adesso brancolo di nuovo nel buio.

E' passato più di un anno e ancora non mi sento pronta a riprovare , ho troppa paura che possa succedere di nuovo, ma ho 35 anni e il fattore età non gioca certo a mio vantaggio.

Sono alla ricerca di una struttura altamente specializzata per gravidanze ad alto rischio perche credo che le mie lo siano state e lo saranno

Sono disposta ad una visita anche al Nord Italia pur di riuscire a capire qualcosa


Confidando in una sua risposta, la saluto cordialmente


LUISA



--------------------------------------------------------------------------------
5GB di spazio per i tuoi file online. È gratis, è SkyDrive!

{0}
Segna come già letto

Segna come da leggere

Elimina

Posta indesiderata

Attendibile

Stampa

Visualizza intestazione completa

© 2008 Microsoft Privacy Note legali Supporto Account Commenti e suggerimenti
Lulu
Prematuro
Prematuro
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 18 nov 2008, 14:32

Torna a GINECOLOGO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
 


MKPortal ©2003-2008 mkportal.it